Il cinema adora la Puglia
Il cinema adora la Puglia
Il Cineporto a Taranto e l’amore del Monun per l’arte

Il cinema sceglie la Puglia. Non è una novità che negli ultimi anni piccole e grandi case di produzione abbiano individuato nel tacco d’Italia il luogo dove ambientare film e serie televisive.

A Taranto e nella sua provincia (Grottaglie compresa), si è investito tantissimo in cultura e si continua a farlo. L’ultima “opera” realizzata riguarda ancora una volta il mondo del cinema.

È stato inaugurato in città un luogo per chi ama il grande schermo e per chi sta dietro la macchina da presa. Ha il nome evocativo di Cineporto ed è inserito all’interno del contenitore chiamato “spazioporto” dell’associazione culturale AFO6

Cinquecento metri quadrati da dedicare al cinema, alle produzioni televisive, ma anche ai concerti e ad eventi di vario genere. L’Apulia Film Commission troverà in questo spazio il luogo ideale per lo sviluppo di nuovi progetti.

Alla presentazione della struttura, voluta fortemente anche dalla Regione Puglia, erano presenti, tra gli altri il governatore Michele Emiliano, il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci, l’assessore all’Industria e al Turismo, Loredana Capone, l’attore Michele Riondino che sarà il direttore del Cineporto e Gianni Raimondi, per AFO6.

Un bel risultato che va ad aggiungersi agli altri raccolti negli ultimi anni, grazie al contributo fondamentale dell’associazionismo locale, sostenuto anche dalla direzione del Monun, grazie all’impegno di chi si è speso immaginando e costruendo un’altra Taranto, alle istituzioni che hanno accolto la domanda di cultura che arriva sempre più forte dal versante tarantino.

Quest’anno il covid ha purtroppo bloccato tante delle iniziative ormai divenute appuntamenti fissi. Il Medimex, per esempio, il concerto del Primo Maggio, il Cinzella Festival, del quale il Monun è stato sponsor tecnico, lo scorso anno. Se le attività sono al momento rallentate, non lo sono certamente le idee per il prossimo futuro.

Quando sarà nuovamente possibile organizzare e realizzare eventi culturali di grande richiamo, la città, ma anche la sua provincia saranno più pronte ad accogliere tali iniziative. Dopo i Cineporti di Lecce, Bari e Foggia, ecco, in un momento così particolare, quello di Taranto. Un passo ulteriore verso il rilancio economico della città.

La struttura potrà ospitare uffici per i casting, depositi, aree per la preparazione dei provini, sale trucco attrezzate ed eventi di vario genere. Le difficoltà degli ultimi mesi non devono scoraggiare l’arte. Anche il turismo sta, a poco a poco, riprendendosi gli spazi che aveva perduto.

Se avete in mente una “vacanza cinematografica”, la Puglia offre scenari unici, una luce che non ha eguali altrove, un mare fantastico, luoghi ricchi di storia e cultura, tanto buon cibo e divertimento. Trascorrere qui anche soltanto un fine settimana, alloggiando magari presso il Monun boutique Hotel e Restaurant SPA vi farà venire voglia di tornare al più presto nella bella terra di Puglia.