Il Monun è nella Guida di Repubblica
Il Monun è nella Guida di Repubblica
Sapori e Piaceri di Puglia raccontati dal cinema
Il Monun boutique Hotel e Restaurant SPA è lieto di comunicare che il complesso alberghiero di Palazzo Spinelli è stato recensito dalla Guida (di Repubblica) ai Sapori e ai Piaceri della Puglia del Cinema – Storie, protagonisti e itinerari del cinema. Il volume è già disponibile in edicola e in libreria; se si preferisce, si può acquistarlo sulle piattaforme Amazon, Ibs e sul digital store di Repubblica (https://inedicola.gedi.it/prodotto/le-guide-di-repubblica).

Un risultato che riempie di soddisfazione la direzione della struttura, lo staff e tutti coloro i quali hanno contribuito a rendere il Monun un luogo speciale, tanto da meritare di far parte dei migliori itinerari turistici della Puglia. 

La comunicazione arriva da Roma in un momento particolarmente delicato per la filiera turistico-alberghiera italiana. La tempestività della stessa contribuisce a rendere ancora più forte la determinazione, della direzione e del team dei collaboratori, ad andare avanti, nonostante le criticità presenti, nonostante tutto. 

Il Monun ci crede e non è il solo. Crede nelle potenzialità del territorio, nelle sue infinite qualità, nella bellezza italiana che sempre si risolleva, anche dopo le cadute più dolorose. Soprattutto crede nel lavoro di squadra, nell’impegno e nella condivisione degli obiettivi. Se il team Monun ha raggiunto il cuore della Guida di Repubblica lo si deve proprio alla passione che contraddistingue le scelte di chi gestisce la struttura, sia concesso sottolinearlo. Il lavoro portato avanti nel complesso alberghiero ha, per ciascuno dei collaboratori, un fascino particolare, lo stesso fascino che emerge attraverso la lettura della Guida. La Puglia è raccontata attraverso la lente del cinema. 

Un’intervista al premio Oscar Hellen Mirren, nella sua masseria di Tiggiano, apre la pubblicazione; si prosegue con Riccardo Scamarcio che racconta del suo ultimo film girato a Gravina in Puglia. Luca Miniero parla del suo amore per il Gargano e per il Salento. E poi i kolossal di Matteo Garrone girati da queste parti, il viaggio on the road di Carlo Verdone, lungo le coste salentine, con il suo “Si vive una volta sola” e ancora l’epopea risorgimentale di Mario Martone, con “Noi credevamo” che conduce a Bovino e Deliceto. Senza dimenticare Ferzan Ozpetek, Alessandro Piva, Edoardo Winspeare e i film con Lino Banfi e Lunetta Savino. La Guida ai Piaceri e ai Sapori contiene indicazioni preziose su dove andare a mangiare, dove dormire e dove acquistare. In una sola espressione “dove assaporare meglio l’ospitalità pugliese”. 

Felici di far parte della Guida di Repubblica, la direzione e lo staff Monun sperano di tornare a farvi riassaporare presto la bellezza di Grottaglie, di Taranto, della Puglia tutta. Come spesso sottolineato su questo blog, chi si ferma al Monun una volta, non può fare a meno di tornare. Ancora e ancora.