Il Monun e la nuova normalità
Il Monun e la nuova normalità
Per chi arriva in Puglia per lavoro e non solo

La Puglia è zona arancione fino al prossimo 3 dicembre, come stabilito dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri dello scorso 3 novembre. Contenere la diffusione del virus è la priorità, in questo momento.

Attenzione però! Questa volta il Monun non chiude; piuttosto vive una nuova normalità, almeno fino al 3 dicembre. La capacità di adattamento non manca al team del complesso alberghiero, struttura che in questo momento registra un record di presenze, grazie ai servizi che è in grado di offrire, alla professionalità del personale e alla massima attenzione che riserva alla sicurezza degli ospiti.

A Palazzo Spinelli ogni spazio è curato, come e più di sempre, nei minimi dettagli; le operazioni di igienizzazione e disinfezione sono costanti. L’eccellenza è sempre stata, al Monun boutique Hotel e Restaurant Spa, il fine verso il quale tendere, in ogni circostanza.

In questo momento, è vero, è consentito spostarsi solo all’interno del proprio Comune di residenza; sono quindi vietati, 24 ore su 24, gli spostamenti in altre città e in altre regioni. Esistono tuttavia delle eccezioni: si può viaggiare per lavoro, per situazioni di necessità, motivi di studio o di salute o per usufruire di servizi non disponibili nel proprio Comune.

Il Monun in questo momento ospita chi, per lavoro (compresi gli incontri istituzionali e le consulenze professionali) o per altre ragioni arriva in Puglia da altre zone del Paese. Per loro, per chi deve operare fuori sede, il Monun è attivo, con tutti i suoi servizi, ristorante compreso. Anche la SPA resta accessibile, sebbene con modalità precise e solo per determinate attività.

Questo non vuol dire che ai residenti nella città delle ceramiche l’accesso a Palazzo Spinelli sia negato. Se un cittadino di Grottaglie volesse regalarsi o regalare alla propria famiglia un momento di relax, il Monun sarebbe pronto ad accoglierli, per una notte, per un fine settimana o più giorni. Nulla lo impedirebbe.

Ad attendere gli ospiti c’è anche il nuovo originalissimo Menu, già molto apprezzato. Non è invece possibile accedere al solo Restaurant; i piatti gourmet dello chef sono riservati, in questo momento, a chi pernotta in albergo. Non per volontà della direzione, ma sempre per via delle norme anti-covid, stabilite per tutelare la salute pubblica. Se si entra in Hotel si ha diritto anche ad usufruire della SPA (per chiarimenti sulle limitazioni che riguardano il Centro Benessere, l’accettazione del Monun è sempre a disposizione, anche via Facebook o telefonicamente).

Chi giunge a Palazzo Spinelli in trasferta aziendale o come lavoratore autonomo, sa che qui si lavora bene e si riposa ancora meglio: la struttura è dotata di connessione veloce, wi-fi, prese LAN e tutti gli strumenti utili per lo smart-working, eventualmente necessario dopo quello in presenza, o in formula integrata. Insomma, quali che siano le esigenze professionali, l’Hotel è in grado di soddisfarle tutte e di offrire all’ospite, anche e soprattutto, relax e ottima cucina. Si raccomanda di contattare l’Hotel per verificare la disponibilità delle camere. Vi aspettiamo.