Al FoodExp 2021 una chicca del Monun
Al FoodExp 2021 una chicca del Monun
Una creazione dello chef del Restaurant

Lecce ospita, nei giorni 11-13 ottobre, il meglio dell’enogastronomia italiana e internazionale, nell’ambito del FoodExp 2021. L’evento, giunto alla sua quarta edizione, si incarica di rappresentare la ripartenza del settore del Food & Beverage, dopo la pandemia. Il Monun non poteva mancare tra le eccellenze della ristorazione e dell’accoglienza alberghiera.

Nel Garden del Chiostro dei Domenicani, residenza del 1400 che ospita la manifestazione appena fuori le mura della città, lo chef del Monun Restaurant Alessandro Guarino presenta, per la sezione FoodExp Gourmet, la specialità ideata per l’occasione. Un cannolo al Primitivo con baccalà e pistacchio, un piatto che racchiude tutta la creatività italiana e alcune delle più richieste materie prime di un territorio generoso, la Puglia.

Il tema di quest’anno è “Superheroes, i supereroi del presente”. Chef, cuochi, sommelier, ristoratori, manager dell’ospitalità e della ristorazione che hanno resistito, continuato a lavorare, immaginando il dopo pandemia, costruendolo, con fede e fatica. Persone che amano il loro lavoro. I responsabili del Monun, come tutto lo staff della struttura di Grottaglie hanno tenuto duro, perché spinti dalla passione per l’ospitalità. Professionalità che, nonostante i ripetuti lockdown, non hanno mai smesso di crederci.

Credere nel futuro e nel cambiamento possibile, necessario, del turismo. Oggi le attività della filiera guardano finalmente avanti, questa volta avendo ben presente l’esigenza di sostenibilità, considerando le interconnessioni inevitabili tra quel che mangiamo, il modo in cui viaggiamo e l’impatto delle nostre abitudini sull’ambiente. Il Monun boutique Hotel lo ha sempre fatto. Oggi può far confluire le energie in una strada che coinvolge finalmente tanti altri soggetti. Il programma del FoodExp 2021 è ricco, si articola in incontri, talk, degustazioni, food experience e seminari. La novità di questa edizione è il Teatro FoodExp, momenti di formazione informale con attività live.

Il Chiostro dei Domenicani si trasforma, per tre giorni, in un luogo brulicante di giornalisti, chef, imprenditori che si confrontano sulle tematiche più diverse, e ospiti (finalmente si torna in presenza) pronti ad assorbire le novità, gustarle, lasciarsi ispirare dalle proposte. Progettare la prossima vacanza all’insegna del gusto. Un tour delle specialità della Puglia e d’Italia, magari.

Il forum organizzato da Giovanni Pizzolante è una manifestazione alla quale il Monun partecipa, ancora una volta, portando un contributo importantissimo, “raccontando” anche quel che Grottaglie rappresenta per il turismo internazionale. Anche quest’anno lo chef onora l’evento con una creazione speciale. Ad ogni partecipazione un particolare biglietto da visita. Un piatto dall’aroma inconfondibile (per l’edizione 2021) frutto dell’incontro tra un vino che rappresenta l’identità del Salento e il pesce, il baccalà, tipico della tradizione pugliese. Con i pistacchi, ciliegina sulla torta. Pistacchi che parlano di Mediterraneo. Un mare, tante facce, quante le coste che vi si affacciano.

Per assaggiare le specialità dello chef del Monun Restaurant non resta che fare i biglietti per il FoodExp e dirigersi verso il Garden del Chiostro dei Domenicani, tra le 13.30 e le 15, oppure prenotare un tavolo al Monun, a pranzo o a cena. Vi aspettiamo!

Per consultare il programma del Forum dell’enogastronomia e dell’ospitalità alberghiera: https://www.foodexp.it/programma-foodexp-edizione-2021/#1632037497236-2ba0cd66-e88e.