L’ideale del Farm to Fork
L’ideale del Farm to Fork
Non solo in agricoltura, al Monun è uno stile

Sulla scia del Green Deal europeo, a Grottaglie si rispetta l’ambiente. Si ha cura dell’identità del luogo, strettamente connessa con la natura del territorio. E queste attenzioni, al Monun boutique Hotel, si vedono sparse un po' dappertutto, come polvere magica. Si vedono nelle deluxe, nelle business e nella suite, sono luce e profumi che attraversano la Spa e a tavola sono un’esplosione di bontà. Il Monun Restaurant è proprio il luogo dove la cura dei dettagli, in sala e in cucina, segue l’accurata selezione degli ingredienti, tutti genuini, quasi tutti espressione della fertilità della terra pugliese. I prodotti che arrivano da altri Paesi sono, in ogni caso, selezionati tra i migliori. Utili allo chef per le sue apprezzatissime contaminazioni.

Un po' come detta il programma Farm to Fork, contenuto nel Piano decennale per l’agricoltura approvato il 10 settembre scorso, dalle commissioni parlamentari europee congiunte Ambiente e Agricoltura, il Monun persegue la sostenibilità. Con Farm to Fork i governi europei mirano a ridurre la presenza di pesticidi nell’agricoltura e ad aumentare la produzione biologica, in tutta la filiera agro-alimentare.

L’attenzione si concentra sulle buone pratiche da replicare in altri Paesi. Come l’uso dei biostimolanti, per esempio, per rendere il prodotto alimentare migliore, anche dal punto di vita qualitativo, e più resistente alle situazioni critiche determinate dal meteo.

Biostimolante è un termine che piace, potremmo riferirlo all’insieme dei servizi che il Monun offre ai suoi ospiti. Ogni cosa, a Palazzo Spinelli e a Grottaglie, è biostimolante. La vitalità del luogo, la creatività dei maestri ceramisti, l’abbondanza di vigneti e uliveti sono una festa per gli occhi dei turisti, continuamente sollecitati, fisicamente e mentalmente.

Una vacanza a Grottaglie è immaginazione che diventa realtà. Un soggiorno al Monun è un sogno che si realizza. Per gli amanti del buon cibo, per chi tiene alla cura della pelle, del corpo, per chi cerca un relax di lunga durata. Quel genere di benessere che accompagna lungo la strada del ritorno a casa, anche solo dopo un fine settimana passato a Palazzo Spinelli. Si spinge oltre, nel tempo, quel benessere. Lo si avverte anche nei giorni successivi, quando si riprendono le attività abituali.

Il Monun significa questo e molto altro. È conoscenza di un mondo semplice, eppure ricco di innovazione e tecnologia, è sperimentazione. L’albergo si trova in un luogo che offre tante possibilità, anche quella di essere per un giorno un ceramista, di provare l’emozione di cogliere un grappolo d’uva, di mangiare un fico d’India che spunta nell’angolo della via non lontana dal centro cittadino.

Avventura a contatto con la natura oppure sofisticato relax, o ancora incontro con l’arte. In ogni caso, a Grottaglie e al Monun, è l’autenticità a conquistare. Un po' il concetto del Farm to fork agricolo applicato alla vita. A Palazzo Spinelli è un’idea che scorre lungo le giornate, che sono genuine, dirette come il sole e vere.