I presepi in ceramica e la creatività italiana
I presepi in ceramica e la creatività italiana
La bellezza dell’arte, anche al Monun

Ventisei opere concorrono per vincere il Premio Unico della 42esima edizione della Mostra del Presepe in ceramica. Sono tutte esposte al Castello Episcopio di Grottaglie, a due passi dal Monun boutique Hotel & Restaurant Spa. Il Natale è anche l’occasione per entrare in contatto con la cultura dei luoghi che visitiamo. Un incontro che prescinde dall’appartenenza religiosa. Laici o credenti, si è colti dall’emozione di fronte all’espressione della creatività che le opere rappresentano.

La 42esima mostra è stata inaugurata lo scorso 18 dicembre. Organizzata dal Comune di Grottaglie, è nata nel 1980 e in qualche modo completa, affiancandola, la Mostra della ceramica, altra importante manifestazione della cultura di Grottaglie e della Puglia.

Le opere presepiali sono in realtà il frutto del lavoro di artisti che provengono da ogni angolo dell’Italia, ma anche dall’estero. La Natività è interpretata secondo una prospettiva ogni volta diversa e ciascuna delle realizzazioni in mostra offre una particolare chiave di lettura di un evento che affascina da sempre gli storici, la letteratura, la cinematografia, l’arte in generale.

Quest’anno, negli spazi del Castello Episcopio, si rende omaggio anche alla figura di Paolo Santoro, maestro ceramista scomparso lo scorso anno. Le sue realizzazioni sono una sintesi della tradizione della città delle uve e delle ceramiche.

Un borgo che custodisce profumi e sapori di un tempo, capace tuttavia di guardare avanti e persino proiettarsi nella dimensione dello spazio, delle sfide che attendono l’uomo nell’immediato futuro. Ricordiamo che questo luogo può vantare il primo e unico spazioporto d’Italia. Il suo passato è ricco di storia e di storie e il suo futuro è promettente, “svettante”.

Gioielli come il Monun boutique Hotel contribuiscono a proiettare la città nel futuro della filiera turistico-alberghiera. Chi viaggia porta e lascia qui un po' di sé e, quando se ne va, mette in valigia qualcosa di molto prezioso. Un sorriso nuovo e un modo nuovo di osservare il mondo. Perché Grottaglie è ricchezza culturale e bellezza. Note che contraddistinguono anche il Monun boutique Hotel, la cui sede è il settecentesco Palazzo Spinelli. Natale significa cambiamento, novità, rinascita. Non c’è luogo migliore di Grottaglie per provare la sensazione meravigliosa del cambiamento che viene dalla sapienza, dalla storia. Il cambiamento è ovunque: nella progressione della sua arte, nella generosità della sua terra che anno dopo anno rinnova le promesse, mantenendole sempre. Il Monun vi aspetta, a Natale e tutti i giorni dell’anno. Tanti auguri a tutti!