I panini prêt-à-porter di Grottaglie
I panini prêt-à-porter di Grottaglie
Il turismo straniero supera i dati del 2019

Il mese di giugno si chiude positivamente, per il turismo in Italia.

La Puglia, sempre più bella e accogliente, conferma il suo fascino e fa registrare un boom di presenze. Ovunque, dalla penisola del Gargano al Salento, è attrazione speciale, per chi viaggia. Mete ricche di suggestioni, storia, arte, cultura, cibo eccellente. In una parola sola (quella che a noi del Monun piace scrivere e pronunciare spesso), BELLEZZA!

I turisti stranieri sono tornati nel Bel Paese, e questa è un’ottima notizia. Finalmente, in questo avvio d’estate (per tutto il mese di giugno, in realtà) i dati relativi alle presenze hanno superato i numeri del 2019, quando ancora nessuno (di noi) avrebbe potuto neanche lontanamente immaginare cosa sarebbe accaduto nel 2020

La buona notizia arriva dalla Cna Turismo e Commercio, che ha condotto un sondaggio tra i propri associati in tutta Italia. Oltre nove i milioni di turisti stranieri arrivati nel nostro Paese a giugno, quasi 800 mila in più rispetto al 2019.

Un risultato eccezionale, considerata la fase critica che si attraversa, a livello internazionale, tra guerra e nuove ondate Covid. A Palazzo Spinelli, la sicurezza sanitaria è garantita, con la Monun Safety Experience - http://monun.it/monun-safety-experience

Gli europei che hanno scelto di trascorrere le vacanze in Italia, nel mese di giugno, raggiungono i sei milioni, mentre i turisti provenienti da altri paesi sono stati tre milioni. Da dove vengono? 

Soprattutto dalla Germania, dalla Francia, dalla Spagna, dall’Austria e dall’Olanda. Ben rappresentati anche gli Stati Uniti, il Canada e il Giappone. La maggior parte dei vacanzieri ha preferito soggiornare in albergo. Chi non ha dormito in hotel, ha scelto strutture come i B&B e gli agriturismi. 

Tra le città più gettonate, secondo il sondaggio di Cna Turismo e Commercio, Roma, Milano, Venezia, Firenze e Napoli. Non solo le grandi città, anche i borghi d’arte sono stati molto visitati. Bari è tra i centri pugliesi che ha attratto molte presenze. 

Tra i borghi interessati dai flussi turistici, Grottaglie si è ritagliata, come sempre, un posto speciale nel cuore dei vacanzieri. Lo scriviamo basandoci sui registri Monun e sull’osservazione quotidiana.

La città dalle mille risorse attrae soprattutto per le sue ceramiche e per la ricerca tecnologica che si fa nel sito dello spazioporto (l’unico in Italia), ma anche per le vigne e i vini, per il cibo, le sculture naturali dei canyon, per luoghi come le Cave di Fantiano (che ospitano concerti ed eventi culturali tutta l’estate). 

Grottaglie piace per la sua storia, per gli ipogei che un tempo ospitavano i frantoi e oggi le botteghe degli artigiani, per il suo centro storico, con la chiesa matrice e il castello Episcopio.

E poi, a Grottaglie, mentre si cammina, può capitare di incrociare un “Alimentari” piccolo piccolo, di quelli di una volta, con i banconi in acciaio nudo degli anni Novanta, ma perfettamente funzionanti. Un posto dove una gentile salumiera affetta il Parma, la mortadella e il capocollo locale, per farcire un panino.

Un gran bel panino, preparato al momento, da mangiare subito, mentre è ancora fragrante. Profumato, come profumati sono gli spazi del Monun boutique Hotel & Restaurant SPA.

Profumati di benessere e relax, di eleganza e di calda accoglienza. Il MONUN è questo e molto altro. Venite a sperimentare! In tutta sicurezza con BeSafe Rate. Vi aspettiamo!